\\ Home Page : Articolo : Stampa
Il Comune di Milano plagia la nostra Campagna Informativa. Vergogna! - MODIFICATO
Di Francesco (del 25/06/2010 @ 06:22:02, in Comunicati, linkato 7645 volte)

Che il plagio fosse diventato quasi uno sport nazionale era risaputo. Che l’arte della scopiazzatura, goffa e senza ritegno aleggiasse un po’ ovunque è purtroppo un dato di fatto.

campagna mst comune di
milano vergogna!

 



Pur tuttavia non mi era ancora capitato, almeno non direttamente, che qualcuno potesse avere la faccia tosta di prendere le idee di qualcun altro e spacciarle come proprie, in quanto frutto di un suo pensiero originale.

E’ quanto è accaduto poche ore fa quando Giampaolo Landi di Chiavenna, Assessore alla Salute del Comune di Milano, ha presentato alla platea meneghina l’originalissima nuova campagna contro le malattie sessualmente trasmissibili.

Indovinate che nome è stato dato alla suddetta campagna?

E’ imbarazzante, lo so, ma è stata chiamata “Intelligenza Sessualmente Trasmissibile”.

No, non è uno scherzo! E’ l’espressione massima di quello che sembrerebbe una grossa operazione di plagio ai danni della nostra associazione: Progetto IST Onlus.

Ecco il link all’articolo originale: http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_giugno_24/un-caso-sifilide-al-giorno-1703261263669.shtml

Una vergogna senza il benché minimo ritegno! Non trovo altre parole per descrivere l’accaduto!

Intanto ci siamo già attivati (anche legalmente) per chiarire la situazione a dir poco spiacevole


p.s.: per chi ancora non lo sapesse, IST sta per Intelligenza Sessualmente Trasmissibile. Bastava leggerlo nella nostra home page www.iesseti.info !

p.s.s.: in data 26 c.m. il Corriere della Sera, a seguito di una nostra segnalazione, ha prontamente eliminato la dicitura "Intelligenza Sessualmente Trasmissibile" dall'articolo di cui al link. Ciononostante la notizia è purtroppo già passata come tale, e moltissime testate giornalistiche l'hanno pubblicata. Reputiamo comunque gravissimo il comportamento del Comune di Milano che, senza essersi minimamente informato, ha letteralmente plagiato la nostra Onlus, arrecandole un grosso danno in fatto di immagine!